Crumble alle pesche ubriache di vin rosè

Sabato tra i banchi del mercato sono apparse le prime pesche.
Le pesche per me sono sinonimo di estate, del caldo che arriva, delle giornate lunghe e piene di luce, delle cene in giardino che rendono qualsiasi giorno un po’ più speciale del solito.
Lo avrete capito…non ho resistito e ne ho comprate 3 (con quello che costavano, una a testa mi pareva un giusto compromesso!!!).

E poi, parevano sposarsi perfettamente con quel vino rosato di Antinori che avevo ricevuto giusto qualche giorno fa. Perfette per la classica “zuppetta di pesche e vino”, quella che mi faceva sempre la zia Albertina al mare per invogliarmi a mangiare la frutta. Ovviamente, lei metteva due gocce di vino ed il resto acqua, ma ai miei occhi di bambina, non solo era molto goloso, ma soprattutto mi faceva sentire come i “grandi”. All’inizio dell’estate, si faceva con le pesche bianche o gialle, poi verso metà agosto, arrivano quelle belle pesche cotogne, dure e polpose che la rendevano perfetta per merenda.

Così, dovendo pensare ad una ricetta per accompagnare il vino rosato “Cipresseto” di Santa Cristina, ho provato a pensare ad dolce che richiamasse quella zuppetta casalinga e ne è venuto fuori un crumble con le pesche ubriache di vino rosato. Delizioso dessert, goloso ed originale, completato grazie all’abbinamento con il “Cipresseto”: con le sue note spiccate di frutta estiva, ha esaltato pienamente il gusto della pesca portando rotondità e completezza al caramello grazie al suo profumo di frutti di bosco e di ciliegia matura.

Ecco come si prepara:
3 pesche gialle
3 cucchiai di zucchero di canna grezzo
150 grammi di burro
250 ml di vino rosato Cipresseto S.Cristina
200 grammi di farina
50gr. di amaretti

Affettare le pesche in modo da ottenere delle mezzelune il più possibile omogenee in spessore e metterle in una padella dove avrete fatto sciogliere dolcemente 50gr. di burro. Ricoprire con lo zucchero e fare caramellare a fuoco vivo; quando lo zucchero inizia ad imbiondire, sfumare con il vino e lasciare a cuocere finchè non si sarà ritirato formando una salsa densa (attenzione però a non farla restringere troppo). A questo punto, sistemate le fette di pesca in una pirofila da forno e versate sopra tutto il sugo di vino e caramello. Lasciate raffreddare e nel frattempo preparate il crumble: mescolate in una ciotola la farina, gli amaretti sbriciolati a mano ed il burro restante. Lavorate con le mani fino a che l’impasto prende la consistenza simile alle briciole di pane. A questo punto, sistematelo sopra alle pesche in modo da ricoprirle completamente ed informate a 180° per ca 30 minuti (è pronto quando la superficie del crumble inizia a diventare color nocciola).

Si serve tiepido, da solo o accompagnato con una pallina di gelato alla crema o un ricciolo di panna montata. E’ perfetto per una cena estiva o per un pic-nic all’aperto, soprattutto se avete un contenitore termico per trasportare comodamente la pirofila, mantenendo così il dolce al caldo.

I miei crumble preferiti:

Spitafield Market, 78 Quaker St, Londra: qui ho scoperto per la prima volta cosa fosse il crumble. Nelle bancarelle dei farmers si trovano dolci fatti a mano uno più buono dell’altro, ma il mio preferito è sempre stato il Plum-crumble…difficile fermarsi alla prima fetta. Per fortuna, il mercato c’è solo una volta alla settimana!

Magnolia Bakerey, Bleecker st. NY: in questa istituzione del Village tutti i dolci sono deliziosi ma il crumble di mele raggiunge livelli celestiali. Le pratiche confezioni to-go sono carinissime per gustarsi il dolce più buono del mondo magari seduto nel verde della vicina High Lane.

Per chi non può viaggiare così lontano, due consigli anche rimanendo nel nostro paese:
California Bakerey, Milano: molti negozi in città dove trovare tutte le specialità made in USA, sia dolci che salate. Fanno un ottimo crumble di frutta, fatto con composta di frutta fresca di stagione.

Sugar&Spice, Firenze: due indirizzi in città per questa pasticceria americana dove l’Apple crumble è preparato secondo la tradizione. Sotto, uno strato di mele caramellate alla cannella, e sopra una crosta croccante di pasta frolla. Delizioso!

Con questa ricetta partecipo al contest
“Colors & Food, what else? Aprile…Think Pink!”
di Essenza in Cucina

ed al contest Portami con te…cosa metto dentro a Enjoy?”
di Pensieri e Pasticci in collaborazione con Enjoy

Annunci

  1. ma ciao Chiarina, Benevuta!
    Questo crumble alle pesche, così aromatizzato non lo conoscevo e ti dirò che mi hai messo voglia di pesche, in famiglia piacciono molto ma un crumble così prometto che lo adotterò, mi ispira anche freschezza,GRAZIEEE!
    ovviamente sei attesa anche ai prossimi colori, eh!

  2. giravo un pò qua e un pò là, tra i partecipanti del contest… e sai che mi ho trovato un’idea davvero interessante? non ho mai mangiato un crumble, non sò proprio che gusto e consistenza abbia, rimango ammirata ogni volta nel vedere le ricette proposte ma non so cosa sia. però… martedì volo a londra e ho fatto un salto quando ho visto che hai indicato l’inidirzzo per apprezzarne uno original! grazie! cercherò di trovare il market e di assaggiarne uno! sarà anche il mio primo crumble. In bocca al lupo per il contest! carola

    • Ciao Carola!
      Assolutamente non farti sfuggire Spitafield Market, ti piacerà sicuramente, non solo per le cose buone e preparate a mano che troverai, ma anche per gli abiti davvero cool che sono esposti…buon viaggiom, beate te!!
      Poi fammi sapere com’è andata!
      ciao

  3. Pingback: Portami con te…il nuovo contest della Simo! | pensieri e pasticci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...