Scoones al Lou Blau e birra con composta di zucca al ginger

Finalmente qualche giorno di vacanza, approfittando di questo lungo ponte dei Morti. Per staccare la spina, non dover correre in continuazione, prendere il tempo e fare una colazione con calma mentre i vetri si appannano per il freddo che c’è fuori, per poter rimanere in pigiama fino all’ora di pranzo, per trovare il tempo di testare nuove ricette senza dover fare notte fonda.

Ieri ho avuto modo di provare un’ultima ricetta con un formaggio che mi ha conquistata e di cui sento già la crisi di astinenza: di Lou Blau delle Fattorie Fiandino. E’ una delizia, un equilibrio perfetto tra l’anima saporita, tipica dei formaggi erborinati, e quella delicata e morbida della sua pasta compatta, ottenuta solo con caglio vegetale. E’ ottimo da solo, con un buon pane croccante ed un bicchiere di vino, ma è altrettanto gustoso per condire pasta, gnocchi, o da passare al forno con delle verdure. Io l’ho usato con parsimonia, provandolo su diversi piatti e poi ne ho tenuto un pochino da parte per questa ricetta che avevo in mente da un pò. Mi sembrava perfetto da impastare in degli Scoones salati, magari abbinato a della birra scura che aiutasse la lievitazione e ad una marmellata dolce, come quella di zucca al ginger. Ed infatti, il risultato non ha deluso.

Il formaggio ha portato quel suo sapore deciso ma non invadente, mentre la birra ha dato quell’aspetto rustico alla lievitazione degli scoones. La marmellata di zucca completa con la sua dolcezza, rinfrescata da un tocco di ginger.
Questi piccoli panini, di origine inglese e tipici per l’ora del tè nella loro versione dolce, si preparano rapidamente e se ne possono fare un pò di più da tenere pronti se arrivano amici, basta riscaldarli un attimo nel forno e tornano fragranti ed irresistibili come appena sfornati. Si fanno così (per ca 14 panini):
300 gr. di farina 00
50 gr. di burro salato 1889 Fattorie Fiandino
150 ml. di birra scura, per me la 2 Cilindri del Birrificio del Forte
80 gr. di formaggio Lou Blau Fattorie Fiandino
un pizzico di sale
un cucchiaino di bicarbonato

Amalgamare bene la farina con il sale ed il bicarbonato e poi impastate con le mani il burro ammorbidito e tagliato a piccoli tocchetti; aggiungere via via la birra e quando avrà assunto una consistenza omogenea, aggiungere anche il Lou Blau tagliato a piccoli tocchetti. Una volta ottenuto un impasto liscio ed elastico, stendetelo su un piano infarinato, in modo da ottenere una base alta circa un centimetro. Ritagliate con uno stampino dei piccoli cerchi e disponeteli sulla placca del forno ricoperta di carta per la cottura. Lasciate i dischetti dentro al forno tiepido a lievitare per un 15 minuti circa, poi accendetelo a 150 °C e cuocete per circa 20 minuti.

Sono ottimi mangiati tiepidi, in abbinamento ad una marmellata dolce, come quella che ho fatto con la zucca. Si prepara nel tempo che cuociono gli scoones: grattugiate molto finemente la zucca (meglio se avete una grattugia microplane che farà delle fettine veramente finissime) e mettetela in un pentolino con ugual peso di zucchero di canna. Fate cuocere a fuoco vivo fino a che la zucca non sarà disfatta e tutto il liquido di cottura non sarà completamente assorbito. Aggiungere alla fine del ginger in polvere o fresco. Noi li abbiamo assaggiati anche farciti con una fettina di prosciutto crudo…buonissimi e perfetti con una pinta di birra fresca accanto.

I miei scoones preferiti:
Inutile dire che ho scoperto gli scoones a Londra, niente di più ovvio! Questi deliziosi panini della misura di un boccone sono l’accompagnamento tipico del tè delle 5:00pm, un’istituzione per tutti gli inglesi doc. Per questo motivo, si trovano ovunque: da quelli pre-confezionati dei supermercati, a quelli artigianali delle deliziose sale da tè. Tutto dipende dal vostro budget, perchè sedersi a prendere un tè non è così conveniente, sebbene sia una delle esperienze da fare almeno una volta nella capitale inglese. Questi erano i miei posti preferiti:

Fortnum & Mason, 181 Piccadilly: il tempio del tè inglese, dove perdersi delle ore tra le lattine colorate e dall’odore invitante. Nella sala interna, tutti i giorni si possono gustare selezioni di tè della maison, accompagnati da torte e, ovviamente, dagli scoones con marmellate, sempre della casa (quella di limone è la mia preferita in assoluto!)

The Wolseley, 160 Piccadilly: in questa oasi di pace in stile art deco si può gustare uno tra i migliori tè di Londra. Se ordinate il tè con gli scones, verranno serviti insieme alla marmellata fatta in casa e ad un’ottima selezione di dolci, in un ambiente imponente ma sorprendentemente rilassante.

Kensington Palace Orangery, Kensington Palace, Kensington Gardens: un altro classico che non passa mai di moda. Per vivere l’esperienza di una vera principessa, nell’Orangerie del palazzo di Kensington, un tempo residenza di Lady D, si può vivere l’emozione di un tè davvero regale, forse un pò turistico ma vale la pena provarlo!

Con questa ricetta partecipo al Contest 2012 Fattorie Fiandino

  1. Pingback: Contest 2012 Le News | Fattorie Fiandino

  2. Pingback: Rösti con fonduta all’Ottavio | forchettinagiramondo

  3. Pingback: eccole tutte qui | Fattorie Fiandino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...