Gli gnocchi della Domenica alla fonduta di Lou Bergier

Uno dei miei piatti preferiti per il pranzo della domenica sono gli gnocchi di patate. Uno di quei piatti incredibili nella loro semplicità: solo patate e farina. Certo, tutto il resto lo fa il condimento, ma a me piacciono anche a burro e formaggio quando le patate sono di quelle buone e lo gnocco rimane morbido e saporito.

Ieri ho trovato il modo di renderli veramente sopraffini abbinandoli ad uno dei formaggi ricevuti per il Contest2012 delle Fattorie Fiandino. Un altro capolavoro di bontà e delicatezza: il Lou Bergier, una toma a latte crudo, sempre ottenuta con caglio vegetale Kinara, che sorprende per la sua delicatezza ed il gusto vellutato.

L’abbinamento con lo gnocco, di per sè delicato e morbido, era scontato per la sua riuscita. Ho provato a dare un sapore più particolare impastando insieme alle patate anche due carote, in modo da avere non solo un gradevole effetto cromatico, ma anche un gusto più dolciastro per contrastare l’avvolgenza del formaggio. E per completare il tutto, un pò di semi di sesamo tostati, per un tocco croccante ai denti ma anche per una nota decisa di gusto.

Per gli gnocchi, seguo la mia ricetta di sempre, quella della nonna, solo che questa volta ho usato anche due carotine. Per 4 persone:
1 kg di patate a pasta bianca
3 carote
200 gr farina
un pizzico di sale

Lessare le patate e le carote; quando sono pronte, schiacciarle con il passaverdura (o con lo schiacciapatate) formando una fontana. Mettere al centro la farina ed il sale ed iniziare ad impastare fino a che non si ottiene una palla omogenea ed elastica.
A questo punto prendere delle piccole quantità di impasto e formare con le mani dei cordoncini rotondi che andrete a tagliare a tocchetti cercando di farli il più omogenei possibili. Via via che li preparate, adagiateli su un ripiano ben infarinato.
Per la fonduta di formaggio, ho fatto sciogliere circa 100gr. di formaggio in un pentolino a fuoco dolcissimo con un goccio di latte (valutate poi, in base alla consistenza preferita, se lasciarlo più cremoso, oppure farlo più lente).
Mettere a bollire dell’abbondante acqua salata e buttare gli gnocchi un poco alla volta; via via che verranno a galla, scolarli con una schiumarola e preparare le ciotoline monoporzione mettendo sotto gli gnocchi, sopra una generosa cucchiaiata di fonduta di formaggio e spolverare con i semi di sesamo tostati.

Con un pranzo così, è proprio domenica!

Con questa ricetta partecipo al Contest 2012 Fattorie Fiandino

  1. Pingback: eccole tutte qui | Fattorie Fiandino

  2. Pingback: Consigli partici per una cena a due: una mousse per S.Valentino | forchettinagiramondo

  3. Pingback: Mousse al cioccolato ed acqua per S.Valentino | forchettinagiramondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...