I Blinis con salmone e caviale

Ed eccoci arrivati alle ricette per la tavola di Natale. Voi come avete festeggiato?
Noi, abbiamo celebrato la vigilia del 24 sera solo noi tre “giramondo”, ascoltando le canzoni di natale, cucinando le cose che ci piacciono di più e brindando con un bel calice di spumante italiano. Da quando c’è Remì, aspettiamo che si addormenti e poi sistemiamo i suoi regali sotto l’albero così la mattina può credere che sia passato babbo natale nella notte!

Ieri sera la nostra cena si è aperta con un antipasto che viene da lontano, dalla fredda Russia: i Blinis.
61051_10200204921275306_843763233_n
Sono delle frittelline morbide simili a dei pancake, immancabili sulla tavola di Natale, che si accompagnano con panna acida, caviale e salmone.
Sono perfetti come aperitivo per i pranzi delle feste, della misura giusta per essere serviti anche come finger food e si abbinano bene ad un menù di pesce che spesso si usa fare per la vigilia di Natale. In più, si possono preparare in anticipo e decorare all’ultimo…teneteli in considerazione anche per il cenone di capodanno, potranno esservi molto utili.

Si preparano così (per circa 12 blinis di medie dimensioni):
190gr. di farina (1/2 00 e 1/2 di farro o grano saraceno)
8gr di lievito di birra
24gr. di zucchero
320ml. di latte
2 uova
50gr. di burro
caviale, salmone, formaggio spalmabile o panna acida

Mescolare le farine con i lievito, lo zucchero ed il sale; scaldare il latte con il burro ed aggiungerlo alla farina. Unire quindi le uova, una per volta e mescolare fino ad ottenere una pastella liscia. Lasciatela lievitare per circa un’ora e mezza al tiepido. Dopo di che, versare un cucchiaio di composto in una padella antiaderente ben calda, cuocere su entrambi i lati. Lasciateli freddare e poi guarnire ciascun blinis con una cucchiaiata di panna acida o formaggio spalmabile ammorbitito con del latte, del caviale o del salmone.

Accompagnateli assolutamente con delle bollicine, non necessariamente uno champagne francese, anche un ottimo spumante brut nazionale o un prosecco, saranno perfetti. Una ricetta semplice per un’autentica tavola di natale glocal!

Continuano le ricette di Natale nei prossimi post…stay tuned…

Annunci

  1. nel 2000 sono stata a San Pietroburgo e ho mangiato blini ogni giorno! lo sai che lì si servono anche con un bicchierino di vodka? 😉
    che bel ricordo, grazie per avermelo fatto riemergere! e buoni! quasi quasi me li cucino domani!

    • …la vodka mi era sfuggita, certo, in effetti la bevono come fosse acqua, potevo anche pensarci. Ma con delle bollicine stanno parecchio bene, provali, sono semplici e davvero buoni, per un pranzo brunch sotto le feste mi sembrano proprio adatti!

  2. Pingback: Una cena russa per #VillaOlmiSlurp | forchettinagiramondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...