Cakepops

Ripubblico oggi un vecchio post, principalmente per due motivi:

1. perchè è perfetto per partecipare al contest di AboutFood sui finger food invernali
2. perchè è perfetto come idea per le festa di halloween che in molti di dovranno preparare stasera

Quindi…se siete a corto di idee, questi cake-pops saranno ideali per animare la vostra festa: non ingombrano le mani, si preparano velocemente, le potete guarnirli come meglio preferite…una glassa all’arancia sarà perfettamente in tema!! Ma anche del cioccolato con una ragnatela di ghiaccia reale…ecco qui un estratto dal mio vecchio post, sbizzarritevi come meglio credere e…happy Halloween!!!

Sicuramente sono delle creazioni deliziose non solo per il palato, ma sopratutto per gli occhi. Sono perfetti per un party perchè lasciano le mani libere, a differenza degli scomodi dolci al cucchiano, sono il finger food per antonomasia che ancora nella versione dolce non è così popolare. Se presentati ad una festa per bambini, faranno la felicità di grandi e piccini ed anche per delle occasioni speciali, come un battesimo o una festa di laurea, sono un modo sicuramente più originale e elegante per offrire il dolce. Però, fermiamoci qui, prendiamo tutto quello che di positivo c’è in questa invenzione e contestualizziamoli solo là dove possono essere davvero utili. Per la torta nunziale, pensiamo ad altro.

Era da tempo che volevo provare a fare questi piccoli capolavori. Poi, mi è capitato sotto mano un prodotto che li cuoce direttamente, a differenza delle ricette stardard che partono da una torta già cotta e poi la rielaborano con altri ingredienti fino a formare a mano le “palline”.
Per l’impasto, ho usato la mia ricetta di base di cupcakes alla vainiglia, e per la decorazione, ho scelto una crema di nocciole ricoperta di scagliette di cocco, una marmellata di arance amare ricoperta di codette zuccherine colorate e del miele ambrato ricoperto di granella di nocciole.

Li ho quindi preparati così: una volta pronto l’impasto, ho iniziato a cuocerli nell’apposito apparecchio, che è una vera figata! In meno di 5 minuti, sforna palline perfette e ben cotte. Una volta che si sono freddate, ho iniziato a decorarle con delicatezza. La crema di nocciole e la marmellata devono essere prima stemperate (con del latte, la prima, e dell’acqua, a seconda) in modo da ottenere delle salse dense, della stessa consistenza del miele. Con un cucchiaino, si versa piano piano la salsa sulla pallina, già posizionata in cima allo stecchino, e si fa sgrondare bene prima di passare a rotolarla nel topping scelto.

Un’operazione di precisione ma che, alla fine, regala molte soddisfazioni perchè, non solo sono molto buoni, ma sono soprattutto carinissimi da vedere!!! Replicherò certamente per la festa dell’asilo di Remì…

I miei Cake-Pops preferiti:

In Italia, sono ancora abbastanza introvabili e sono veramente pochi i negozi che li vendono, quasi sempre su specifica ordinazione. A Milano,  si possono ordinare on-line da http://www.zerobriciole.com quelli alla sacher torte, oppure si possono ordinare su http://www.cakemania.it

Se vi trovate a Londra, invece, il posto giusto è la PopBakery: http://www.popbakery.co.uk/about/

Con questa ricetta partecipo al contest L’Autunno in un Boccone ideato da
About Food
e
Cassandra.it – vendita di prodotti tipici di Alta Gastronomia

Annunci

Cake Pop mania!

Ormai è ufficiale: questi piccoli dolcetti presentati su uno stecchino, dai mile colori diversi, dalle forme più estrose e curiose, hanno definitivamente sdoganato i loro fratelli “cupcakes, muffins & Co.” in termini di popolarità. Come tutte le mode, anche questa arriva dagli States, dove la celebre blogger Bakerella ne ha fatto una sua ragione di vita.

C’è addirittura chi ormai li usa anche come torta di matrimonio…ora, andiamoci piano, dico io!
Sicuramente sono delle creazioni deliziose non solo per il palato, ma sopratutto per gli occhi. Sono perfetti per un party perchè lasciano le mani libere, a differenza degli scomodi dolci al cucchiano, sono il finger food per antonomasia che ancora nella versione dolce non è così popolare. Se presentati ad una festa per bambini, faranno la felicità di grandi e piccini ed anche per delle occasioni speciali, come un battesimo o una festa di laurea, sono un modo sicuramente più originale e elegante per offrire il dolce. Però, fermiamoci qui, prendiamo tutto quello che di positivo c’è in questa invenzione e contestualizziamoli solo là dove possono essere davvero utili. Per la torta nunziale, pensiamo ad altro.

Era da tempo che volevo provare a fare questi piccoli capolavori. Poi ci sono state due coincidenze: anzitutto, mi è capitato sotto mano un prodotto che li cuoce direttamente, a differenza delle ricette stardard che partono da una torta già cotta e poi la rielaborano con altri ingredienti fino a formare a mano le “palline”. Inoltre, stavo cercando un’idea per partecipare al nuovo contest di Rigoni di Asiago che, per l’appunto, ha come tema “Colorati & Allegri Finger Food“. Come dire, mi sono parsi semplicemente perfetti!

Per l’impasto, ho usato la mia ricetta di base di cupcakes alla vainiglia, e per la decorazione, ho scelto degli ingredienti in tema con il concorso: la Nocciolata ricoperta di scagliette di cocco, la Fiordifrutta di arance amare ricoperta di codette zuccherine colorate ed il Miele ambrato ricoperto di granella di nocciole.

Li ho quindi preparati così: una volta pronto l’impasto, ho iniziato a cuocerli nell’apposito apparecchio, che è una vera figata! In meno di 5 minuti, sforna palline perfette e ben cotte. Una volta che si sono freddate, ho iniziato a decorarle con delicatezza. La crema di nocciole e la marmellata devono essere prima stemperate (con del latte, la prima, e dell’acqua, a seconda) in modo da ottenere delle salse dense, della stessa consistenza del miele. Con un cucchiaino, si versa piano piano la salsa sulla pallina, già posizionata in cima allo stecchino, e si fa sgrondare bene prima di passare a rotolarla nel topping scelto.

Un’operazione di precisione ma che, alla fine, regala molte soddisfazioni perchè, non solo sono molto buoni, ma sono soprattutto carinissimi da vedere!!! Replicherò certamente per la festa dell’asilo di Remì…

I miei Cake-Pops preferiti:

In Italia, sono ancora abbastanza introvabili e sono veramente pochi i negozi che li vendono, quasi sempre su specifica ordinazione.
A Milano,  si possono ordinare on-line da http://www.zerobriciole.com quelli alla sacher torte, oppure si possono ordinare su http://www.cakemania.it

Se vi trovate a Londra, invece, il posto giusto è la PopBakery: http://www.popbakery.co.uk/about/

Con questa ricetta partecipo al contest “Colorati & Allegri Finger Food
di Rigoni di Asiago