Budini senza glutine con quinoa e cioccolato

Dopo il menù tutto cioccolato della scorsa settimana, torno sul tema con un’altra ricetta, che potrebbe essere utile per la cena di S.Valentino. Questa volta si tratta di un dolce, che non solo è a base di cioccolato, ma è anche senza glutine.
Budino quinoa cacao glutenfree
I budini di quinoa al cioccolato. Zero glutine, tanto sapore. Quello del cacao puro, amaro e intenso, per veri intenditori e soprattutto veri golosi.
Si preparano così, metto la dose per due, così sono già a misura di coppia!
Per 2 budini:
250 ml di latte (per una versione vegan, usare latte di riso o di mandorla)
35 gr. di quinoa
15 gr. di zucchero grezzo
1 cucchiaio di cioccolato fondente fuso (per me, il biologico Probios)
1/2 cucchiaio di cacao amaro (per me, il biologico Probios)
1 cucchiaino di semi di chia sciolti in 50 ml. di latte caldo
nocciole tritate per guarnire (ma potete usare anche bacche di goji o altra frutta secca per dare colore)
Budino quinoa cioccolato glutenfree
Sciacquate la quinoa sotto l’acqua; mettete il latte a scaldare in un pentolino e quando inizierà a sobbollire, unite la quinoa e lo zucchero. Lasciare cuocere a fuoco basso per 30 minuti, controllando di tanto in tanto e girando per non farla attaccare. Se dovesse assorbire troppo velocemente il latte, aggiungere via via piccole dosi durante la cottura in modo che rimanga sempre umida. La consistenza finale dovrà essere cremosa. Lasciate raffreddare, quindi aggiungete il cioccolato, il cacao ed i semi di chia (che avranno aver assunto una consistenza gelatinosa). Girate bene per amalgamare il tutto e trasferite il composto in delle coppette monoporzione. Lasciate riposare in frigorifero per almeno un’ora. Prima di servirlo riportarlo a temperatura ambiente e decorate con noccciole tritate.
Budino quinoa cacao senza glutine

Mousse al cioccolato ed acqua per S.Valentino

Ripropongo oggi una ricetta evergreen perfetta per la cena per S.Valentino. Sarà banale, ma l’associazione cioccolato/passione funziona, sopra ogni dubbio. E quindi, a costo di apparire banali, per stasera vi consigliamo senza esitazioni una classica mousse al cioccolato. Ma non una qualsiasi, quella senza panna e senza uova preparata solo con l’acqua.
foto2
Partiamo dai consigli utili: immaginiamo che molti lavoreranno tutto il giorno, perderanno gran parte del loro tempo nel traffico, magari arriveranno a casa un pò stanchi e non avranno voglia di finire in un ristorante. Per tutti quelli che rimarranno a casa, non resta che usare l’astuzia e ricorrere a ricette semplici e veloci, seppur particolari. Allora, i miei consigli sono questi.
Anzitutto non affannatevi a fare tutto da voi, stiamo parlando di un venerdì sera! E’ inutile che vogliate fare la sfoglia a mano e il filetto in crosta alla Wellington….siate pragmatici e comprate pure qualcosa di già pronto, seppur di ottima qualità e da completare per dare il vostro tocco personale.
Ad esempio, come aperitivo perchè non acquistare un sushi assortito dal vostro take-away preferito? Un bicchiere di prosecco (o champagne se potete permettervelo) e l’antipasto sarà a posto: lo potete mangiare anche seduti sul divano con la vostra musica preferita come sottofondo, zero fatica, grande effetto!
537171_402150773193496_1498913897_n
Come primo, fatevi aiutare da una buona pasta fresca: la potete acquistarla dal vostro negozio di fiducia, basta che prepariate un condimento mentre è in cottura, a base di verdure o di formaggi, ed il gioco è fatto. Anche gli gnocchi di patate potrebbero essere una ottima soluzione.
foto-4
Per il secondo, invece, ammesso che abbiate ancora fame, opterei per qualcosa di leggero, tipo dei bocconcini o degli involtini di carne bianca o carpaccio di manzo. Anche un’insalata ricca, può rappresentare un piatto unico e completo, ugualmente veloce nella preparazione.
insalata-2
E soprattutto, lasciatevi il tempo di preparare il dolce: su questo non si può derogare, dovete farlo voi. Dovendo scegliere un dolce rapido, di sicura riuscita ma anche in tema con la serata, il cioccolato a parer mio non si può prescindere. E se di cioccolato si parla, la mousse senza panna e senza uova la è la ricetta che fa per voi. Seguendo la teoria di Hervè This sul rapporto perfetto tra parte grassa ed acqua, questa mousse è fatta solo con cioccolato e acqua. Volendo, la potete preparare anche il giorno prima perchè regge bene la consistenza.
foto
Tutto il segreto sta nella proporzione tra grassi presenti nel cioccolato e l’acqua necessaria per ottenere la giusta emulsione: la regola da seguire è 100 gr di acqua per 34 gr di grassi presenti nei 100 gr di cioccolato. Potete calcolare la proporzione moltiplicando i gr di grassi per 100 gr di prodotto scritti sulla tavoletta per il peso del cioccolato, e poi dividere per 34. Il numero che otterrete, corrisponde ai gr di acqua che vi serviranno (arrotondate per difetto perchè è sempre meglio aggiungere un goccio dopo che toglierlo).
Io ho usato 200gr. di cioccolato al 70% che aveva il 39% di grassi. Quindi, l’acqua necessaria è stata: 39×200/34=229 (ne ho usata 225gr solamente).
Si inizia spezzettando il cioccolato in piccoli pezzi e si mette a sciogliere a bagno maria in una ciotola di vetro. Quando sarà completamente sciolto, si aggiunge l’acqua fredda tutta insieme e si amalgama bene finchè non sia tutta assorbita. Riporre la ciotola in frigorifero per qualche ora finchè l’impasto non sarà completamente freddo e la consistenza molto cremosa.
A questo punto, si monta con una frusta elettrica (o a mano con molta forza) fino a che non raggiunge la consistenza spumosa della mousse.
Potete quindi metterla nelle coppette singole e lasciarla qualche ora in frigo prima di essere servita. Per un tocco raffinato, potete guarnirle con degli zest di aracio e delle scorzette candite.
foto1
Se non vi viene alla prima non scoraggiatevi: può essere che l’acqua sia troppa, oppure non troppo freddo il composto. Potete risciogliere il tutto a bagno maria e riprovare; eventualmente, potete aggiungere altro cioccolato per renderla più soda. Sarete stupiti dalla sua voluttuosità: è cioccolato puro in forma soffice.

Che dire, perfetto per la cena di stasera…happy Valentine’s day!

Consigli partici per una cena a due: una mousse per S.Valentino

Sarà forse troppo banale? Magari si, ma nessuno può togliermi dalle mente che la mousse al cioccolato sia uno dei dolci più adatti per la cena per S.Valentino.
foto2
Ho pensato di buttare giù qualche consiglio utile per l’occasione, immaginando che molti lavoreranno tutto il giorno, perderanno gran parte del loro tempo nel traffico, magari arriveranno a casa un pò stanchi e che non tutti avranno voglia di finire in un ristorante. Per tutti quelli che rimarranno a casa, non resta che usare l’astuzia e ricorrere a ricette semplici e veloci, seppur particolari. Allora, i miei consigli sono questi.
Anzitutto non affannatevi a fare tutto da voi, stiamo parlando di un giovedì sera! E’ inutile che vogliate fare la sfoglia a mano e il filetto in crosta alla Wellington….siate pragmatiche e comprate pure qualcosa di già pronto, seppur di ottima qualità e da completare per dare il vostro tocco personale.
Ad esempio, come aperitivo perchè non acquistare un sushi assortito dal vostro take-away preferito? Un bicchiere di prosecco (o champagne se potete permettervelo) e l’antipasto è a posto: lo potete mangiare anche seduti sul divano con la vostra musica preferita come sottofondo, zero fatica, grande effetto!
537171_402150773193496_1498913897_n
Come primo, fatevi aiutare da una buona pasta fresca: la potete acquistarla dal vostro negozio di fiducia, basta che prepariate un condimento mentre è in cottura, a base di verdure o di formaggi, ed il gioco è fatto. Anche gli gnocchi di patate potrebbero essere una ottima soluzione.
foto-4
Per il secondo, invece, ammesso che abbiate ancora fame, opterei per qualcosa di leggero, tipo dei bocconcini o degli involtini di carne bianca o carpaccio di manzo. Anche un’insalata ricca, può rappresentare un piatto unico e completo, ugualmente veloce nella preparazione.
insalata-2
E soprattutto, lasciatevi il tempo di preparare il dolce: su questo non si può derogare, dovete farlo voi. Dovendo scegliere un dolce rapido, di sicura riuscita ma anche in tema con la serata, il cioccolato a parer mio non si può prescindere. E se di cioccolato si parla, la mousse senza panna e senza uova la è la ricetta che fa per voi. Seguendo la teoria di Hervè This sul rapporto perfetto tra parte grassa ed acqua, questa mousse è fatta solo con cioccolato e acqua. Volendo, la potete preparare anche il giorno prima perchè regge bene la consistenza.
foto
Tutto il segreto sta nella proporzione tra grassi presenti nel cioccolato e l’acqua necessaria per ottenere la giusta emulsione: la regola da seguire è 100 gr di acqua per 34 gr di grassi presenti nei 100 gr di cioccolato. Potete calcolare la proporzione moltiplicando i gr di grassi per 100 gr di prodotto scritti sulla tavoletta per il peso del cioccolato, e poi dividere per 34. Il numero che otterrete, corrisponde ai gr di acqua che vi serviranno (arrotondate per difetto perchè è sempre meglio aggiungere un goccio dopo che toglierlo).
Io ho usato 200gr. di cioccolato al 70% che aveva il 39% di grassi. Quindi, l’acqua necessaria è stata: 39×200/34=229 (ne ho usata 225gr solamente).
Si inizia spezzettando il cioccolato in piccoli pezzi e si mette a sciogliere a bagno maria in una ciotola di vetro. Quando sarà completamente sciolto, si aggiunge l’acqua fredda tutta insieme e si amalgama bene finchè non sia tutta assorbita. Riporre la ciotola in frigorifero per qualche ora finchè l’impasto non sarà completamente freddo e la consistenza molto cremosa.
A questo punto, si monta con una frusta elettrica (o a mano con molta forza) fino a che non raggiunge la consistenza spumosa della mousse.
Potete quindi metterla nelle coppette singole e lasciarla qualche ora in frigo prima di essere servita. Per un tocco raffinato, potete guarnirle con degli zest di aracio e delle scorzette candite.
foto1
Se non vi viene alla prima non scoraggiatevi: può essere che l’acqua sia troppa, oppure non troppo freddo il composto. Potete risciogliere il tutto a bagno maria e riprovare; eventualmente, potete aggiungere altro cioccolato per renderla più soda.
Sarete stupiti dalla sua voluttuosità: è cioccolato puro in forma soffice.

Che dire, perfetto per la cena di stasera…happy Valentine’s day!