Donuts al parmigiano reggiano per #PRChef2015 #4Cooking

4 soli ingredienti, tra cui lui, i re dei formaggi italiani, il Parmigiano Reggiano. Questa la sfida che il consorzio ha lanciato con #PRChef2015 #4Cooking: riuscire ad elaborare ricette di per sé semplici, vista la ristrettezza degli ingredienti a disposizione, che facessero esaltare e risaltare l’ingrediente principe, il Parmigiano.
Donuta Parmigiano Reggiano #PRChef2015 #4chef
Ecco allora la mia prima ricetta: dei donuts al parmigiano. Ovvero, le ciambelline preferite da Omer Simpson, non nella tradizionale versione dolce, ma salate, al Parmigiano Reggiano 24 mesi. Una stagionatura importante, non tra le più lunghe, ma decisa, per dare sapore e personalità alle morbide ciambelle. Solo farina, uova e panna, oltre che il Parmigiano, tra gli ingredienti. Volendo, sta molto bene in accompagnamento una salsa al pomodoro e origano, per tuffarci le ciambelline e ricreare il gusto alla pizzaiola. Una ricetta dal mondo per un sapore classico italiano: formaggio e pomodoro.
Donuts al Parmigiano Reggiano
Si preparano così (per circa 28 ciambelline):
200 gr. di farina
2 uova
60 gr. di Parmigiano Reggiano 24 mesi
250 ml. di panna fresca
2 cucchiai di bicarbonato, sale e pepe
Donuts Parmigiano Reggiano
In una ciotola mescolate sbattete insieme l’uovo e la panna, successivamente aggiungete la farina ed il parmigiano tritato finemente. Infine, il bicarbonato e lasciate riposare per qualche minuto.
Cuocete le ciambelline nell’apposita piastra elettrica, e via via che saranno ben dorate, guarnirle con delle scagliette di parmigiano quando sono ancora calde.
Donuts Parmigiano
Sono ottime da sole come aperitivo, magari con un vino bianco fresco. Ma sono ancora più buone se accompagnate da salumi, oppure da una semplice salsa di pomodoro fresco che potete fare frullando semplicemente dei pomodori maturi con un goccio di olio extravergine ed un pizzico di origano.
Parmigiano Reggiano

Donuts ai formaggi svizzeri

Come Cenerentola, la mia ricetta per il contest Swiss Cheese Parade arriva alla soglia della mezzanotte, allo scadere del tempo massimo a disposizione! Vado quindi al punto: la mia seconda (ed ultima ricetta) di uno street food con i formaggi svizzeri come protagonisti, sono dei mini-donuts al Gruyére e Sbrinz.
Cheese donuts
Piccole ciambelline morbide e saporite, perfette da gustare mentre si cammina o distesi in un parco e rese ancora più golose da una fonduta di formaggi che le ricopre stile glassa. Una spolverata di pepe è il tocco di colore ma anche quella nota piccante che tira su e completa l’equilibrio dei due formaggi.
Come si preparano (dose per ottenere circa  40 mini ciambelle):
260gr di farina
100gr di formaggi svizzeri (Sbrinz e Gruéyre grattugiati)
250ml di latte tiepido
5 cucchiai di olio extra vergine
3 uova fresche
pepe da macinare fresco
altri 100gr di formaggi svizzeri per la fondue ed un goccio di latte
Donuts formaggi svizzeri
Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola capiente e mescolare energicamente con una frusta fino ad ottenere una pastella densa. Valutate se mettere un pizzico di sale perchè i formaggi sono già di per sè molto saporiti.
Riscaldate una piastra elettrica per cuocere i donuts e iniziate appena sarà pronta a cuocere le vostre ciambelline. Nel mentre, preparate la fondue mettendo in un pentolino i restanti formaggi sempre grattugiati o a piccoli pezzi, insieme ad un goccio di latte; mettete a fuoco bassissimo ed aspettare che si siano completamente fusi.
Via via che le ciambelline saranno pronte, versare un cucchiaio di fondue seguendo un movimento circolare in modo che vada a coprire i lati delle ciambelle stesse (con la temperatura più fredda dell’ambiente il formaggio tenderà a rapprendersi quasi subito). Completate con una grattugiata di pepe nero fresco.
Donuts con formaggi Donuts guyere donuts sbrinz

Con questa ricetta partecipo al contest Swiss Cheese Parade
logo_scp_web

I Donuts

Ho sempre adorato quelle ciambelline tonde, lucide e colorate, perfettamente glassate e guarnite con zucccherini colorati, granella, cocco e quant’altro. Uno dei comfort food per antonomasia che gratifica non solo il palato ma anche la vista per la loro oggettiva graziosità.

Li ho sempre mangiati all’estero, a Londra soprattuto, dove li ho scoperti per la prima volta. I vari Dunkin Dunuts sono spesso stati un’ancora di salvezza nei momenti di sconforto. Quello di Piccadilly, era quasi una tappa obbligata all’uscita dalle lezioni di inglese al Westminster College a Soho. Quando si andava con la classe a bere ad un pub, potevo resistere al richiamo dei donuts, ma quando tornavo subito a casa, erano una consolazione perfetta prima di andare a letto.

Non so dire come mai non mi sia mai venuto in mente di rifarli a casa. Credo siano più di 10 anni che non ne mangiavo uno!
Poi mi è capitata sotto mano una di quelle piastre per cuocerli (la sorella di quella con cui la scorsa settimana ho fatto i cakepops) ed allora non ho resistito al loro richiamo!

Prepararli è veramente semplice: basta fare una pastella come impasto e versarne un cucchiaio nelle formine della piastra, chiudere….e dopo due minuti due sono pronte! Tonde, perfette e morbidissime.
Quando sono fredde, si possono decorare, con quello che la fantasia succerisce: io ho fatto una ganache al cioccolato amaro ed ho delicatamente “tuffato” un lato nella salsa di cioccolato. Per il topping, ho preferito la versione allegra e colorata con le codette di zucchero, ma anche le scagliette di cocco od una granella di nocciole possono essere delle valide alternative.

Per la ricetta dell’impasto, mi sono ispirata alla ricetta di Sonia di Oggipanesalamedomani…, un blog che adoro e che leggo sempre.
Eccola qui (la dose è per circa 50 ciambelline, io ho dimezzato gli ingredienti ed usato 1 solo uovo e sono venuti benissimo):
250 gr di farina
120 gr di zucchero grezzo
1/2 bacca di semi di vaniglia
120 ml di latte
100 ml di panna
3 uova
2 cucchiai di olio di semi
8 gr di lievito in polvere

Mescola bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pastella senza grumi (io ho usato un mixer, ma potete farlo anche a mano usando una frusta): Nel frattempo, riscaldare la piastra e quando sarà pronta (in genere ci sono delle spie che indicano che la temperatura corretta è stata raggiunta), versare un cucchiaio colmo di per ciascuna delle sue cavità. Sonia, nella sua ricetta usa la sac a poche ed in effetti deve essere più pratico che non usare il cucchiaio! Dopo 2 miniti le ciambelline sono pronte, ma i tempi di cottura potrebbero variare tra una piastra e l’altra.
Una volta raffreddate, potrete decorale a vostro gusto.

I miei donuts preferiti a Londra:

Dunkin Donuts: troverete molti negozi in città, in tutti i luoghi luristici hanno un punto vendita. Il mio preferito era quello in Piccadilly, ma troverete le stesse varietà e la stessa qualità anche negli altri.

In quasi tutte le bakery potrete trovare degli ottimi donuts, sono dolci veramente comuni. Sono una buona alternativa anche quelli che hanno nel reparto food di Marks&Spencer, dove hanno una grande varietà e sono comunque freschi di giornata.

Con questa ricetta partecipo al contest “Le ricette passano… da un blog all’altro!”

del blog L’officina del Cibo