Un menù tutto al cioccolato per S.Valentino

Menu cioccolato
Cioccolato
uguale dolcezza. Se penso ad un ingrediente che non può mancare in un menù per S.Valentino è proprio lui, il cioccolato. Se avete in mente di organizzare una cena per la vostra dolce metà nel giorno della festa degli innamorati, voglio venire in vostro aiuto con un menù molto particolare tutto realizzato con il cibo degli dei, perfetto per la festa più dolce del mondo.
Anche queste ricette, come quelle a base di vino, sono state tra le protagoniste di un incontro di Cucina Giramondo e Senza Glutine organizzato insieme a Gaia del blog Ginger Gluten Free presso la scuola professionale Cucina Lorenzo de’ Medici all’interno del Mercato Centrale di Firenze. In particolare, questo menù era stato pensato ad hoc per introdurre i progetti di Oxfam Italia a sostegno dei coltivatori di cacao e caffè nelle aree svantaggiate del Centro America.
Partiamo dal primo, degli gnocchi di patate al cacao con burro speziato.
gnocchi cacao e spezie
Una versione originale del classico gnocco, dove il cacao non porta solo un tocco di colore ma anche un gusto leggermente amaro, che ben si sposa ad un condimento avvolgente come il burro fuso, aromatizzato dalla nota di qualche spezia piccante.
Per il secondo piatto, andiamo in Messico, a scoprire una ricetta molto piccante: il mole poblano.
Mole Poblano
Ricetta peraltro molto simile nell’impostazione alla nostra cottura di alcuni tipi di carne in dolce e forte. In questo caso, uno spezzatino di maiale, cotto con peperoni, chili, frutta secca e cioccolato. Un piatto che veramente ha una forte personalità ma davvero incredibile nell’equilibrio dei sapori.
Al nostro corso abbiamo avuto l’onore di poter servire questo piatto in un modo speciale: l’artista Giulia Ghibli ha infatti realizzato con il cioccolato fuso un’illustrazione di Frida che ha reso la portata veramente un’opera d’arte.
Ghibli Art Piatto Mole Poblano Frida
Infine, il dolce. Per concludere, brownies piccanti al cioccolato, la cui ricetta la potete trovare direttamente sul blog di Gaia, Ginger Gluten Free. Per chi non è celiaco, si può usare la farina 00 al posto del mix di farine speciali, il risultato sarà in ogni caso molto goloso!
brownies-cioccolato-senza-glutine-0-584x387
Potete scaricare qui il Menu cioccolato giramondo senza glutine per S.Valentino!
Menu cioccolato

Annunci

Baci al burro di arachidi

Ci sono baci dolci e leggeri. Altri baci sono avvolgenti e passionali. Ci sono quelli sempre con lo stesso gusto, ci sono anche quelli freddi e senza sapore. Ciascuno ha il suo bacio, spesso ogni momento ha il suo bacio, nessuno si ripete mai uguale.
Quando l’MTC ha lanciato la nuova sfida del mese sul tema dei baci, ho scelto una combinazione non banale, dolce e salata, che sorprendesse ed avvolgesse per la cremosità del ripieno. Il mio bacio è così: con un cuore di burro di arachidi salate ed un guscio di cioccolato fondente extra al 75%.
baci con burro di arachide
Preparare i baci non è semplice, soprattutto per il temperaggio del cioccolato, che era un passaggio richiesto dalla prova. Detto molto onestamente, non credo che il mio cioccolato fosse temperato alla perfezione…diciamo che al gusto erano ottimi, per la brillantezza del cioccolato ci riproveremo un’altra volta!
E la frase sull’amore? Poteva forse mancare? Saranno pur baci casalinghi, ma che bacio è senza la frase da tenere per ricordo? Io ho scelto questa, dal Piccolo Prinicipe di Saint-Exupéry.

Amare non è guardarsi a vicenda, ma guardare nella stessa direzione.

dedica dei baci
E veniamo al ripieno, quello che ho volutamente scelto per gustare un contrasto dolce/salato che in un vero bacio non può mancare: le arachidi. Anzi, il burro di arachidi, ovvero quella goduriosa crema che si ottiene frullando le arachidi fino a renderle spalmabili. La consistenza di questo “burro” non è stata ottimale per preparare il ripieno dei baci perché rimane molto cremoso. Ho quindi dovuto prevedere dei passaggi in frigo per poterlo lavorare bene. Li ho preparati così (per circa 15 baci):
150gr. di arachidi salate
100gr di cioccolato fondente extra (almeno al 70/75%)
15 nocciole intere

Iniziate preparando il burro di arachidi: si ottiene semplicemente tritandole in un potente chopper fino a che non inizieranno a diventare una crema omogenea a pastosa. Trasferite il burro in un ciotolino e mettetelo nel frigorifero per una mezz’oretta almeno. Trascorso questo tempo, dovrebbe aver raggiunto una consistenza più compatta e tale da poter formare delle palline lavorandolo con due cucchiaini da caffè. Appoggiatele su un tagliere rivestito di carta argento e inserite al centro di ciascuna una nocciola. Mettetele in freezer per un’atra mezz’ora.
Baci burro di arachidi
Nel frattempo, fondete e temperate il cioccolato. Il procedimento è spiegato nel dettaglio nel post di Annarita, in sostanza è il procedimento che permette al cioccolato di modificare la sua struttura in modo da assumere poi quell’aspetto lucido e brillante. Questo si ottiene attraverso una serie di sbalzi termici del cioccolato fuso, ma non è poi così semplice da fare. Avevo in realtà già fatto una prova al corso sul cioccolato al Boscolo Etolie (e ricordo che in quel caso il risultato fu perfetto)….ma poi rifarlo a casa è un’altra cosa e secondo me non è riuscito (ma rimanga tra noi…).
Ad ogni modo, una volta che il cioccolato avrà raggiungo la giusta temperatura, potete iniziare a ricoprire il cuore dei baci che erano nel freezer. Ho provato varie tecniche per fare questa operazione, ed alla fine quella è risultata la migliore è stata questa: prendere una forchetta di plastica, tagliare i due denti centrali ed appoggiare con delicatezza il bacio “nudo” sui due denti rimasti. Poi, con cucchiaino, colare piano piano il cioccolato sopra fino a coprirlo completamente. Alla fine, appoggiare la forchetta sul cioccolato stesso in modo da creare la copertura della base del cioccolatino.
Via via che saranno pronti, riemetterli sul foglio di alluminio e fare un altro passaggio in frigo per far rapprendere bene il tutto.
Si gustano a temperatura ambiente, basta toglierli da frigo un 15/20 minuti prima dell’assaggio (sebbene li abbia assaggiati anche freddi e direi che non erano niente male).
baci ripieni di burro di arachide
Concludo con una carrellata di baci, una delle scene più belle viste al cinema, la conclusione di Nuovo Cinema Paradiso.

Con questa ricetta partecipo all’MTChanllenge di Febbraio